BOLDRINI su delibera Giunta

“Gli enti locali dovrebbe calare a livello territoriale i provvedimenti nazionali. Bisogna  analizzare la situazione dei singoli nuclei, aiutandoli a superare i problemi economici, senza penalizzare i bambini che non hanno nessuna colpa e già vivono situazioni di disagio. È anche una questione di sicurezza, che passa per la socialita’. Così la deputata Pd, Paola Boldrini, candidata al Senato, ha commentato ieri, all’incontro pubblico su sanità e assistenza moderato da Patrizia Micai, la recente delibera di Giunta che prevede l’esclusione dai servizi scolastici – dalla mensa ai trasporti – dei figli  di genitori morosi nei pagamenti. Boldrini ha ricordato che il Rei (Reddito di inclusione) nasce proprio con l’obiettivo di coniugare servizi sociali e servizi integrati e costruire progetti su misura per i nuclei in difficoltà. Parole confermate dalla collega Vanna Iori, che nello specifico si è concentrata sulle povertà educative, “che vanno contrastate”, presenti spesso all’Interno delle famiglie, non solo quelle socialmente più vulnerabili. Sempre Iori, con riferimento al Dopo di Noi, ha sollecitato a parlare non di disabilità al singolare ma di disabilità al plurale. Ad aprire l’incontro, il segretario locale Pd, Tommaso Corradi, che ricordando le leggi approvate negli ultimi 5 anni, ha invitato il folto pubblico a chiedersi “di quanti diritti godevate cinque anni fa e di quanti diritti in più godete oggi”.