Boldrini su caso Ferraresi

«Confido che il sindaco, Alan Fabbri di Ferrara, prenda immediatamente e ufficialmente le distanze dal comportamento del vice capogruppo in consiglio comunale della Lega Nord, Stefano Solaroli, già noto per comportamenti tutt’altro che esemplari, a cominciare dal video con l’esibizione di un’arma. Quanto verificatosi, cioè il tentativo di acquisto del silenzio della consigliera Anna Ferraresi con l’assicurazione di un posto di lavoro a tempo indeterminato, col presunto avallo del sindaco Fabbri e del suo vice, Nicola Lodi – così fa intendere, senza margini di interpretazioni, la registrazione – conferma che si è superato il livello della decenza istituzionale. Nel metodo, nel merito, nel linguaggio. Non ci sono le parole per definire quanto verificatosi. Si usa la cosa pubblica, ossia il Comune,  come se fosse privata per tentare di mettere a tacere quanti sono ‘rei’ di non essere allineati col partito. La Lega, decisamente, si è rivelata».