Boldrini a convegno nazionale ‘fibromialgia’: «A breve disegno di legge»

Boldrini a convegno nazionale ‘fibromialgia’

«A breve disegno di legge»

Annunciando un imminente disegno di legge e una nuova risoluzione, si è assunta l’impegno di portare avanti la battaglia per l’inserimento della fibromialgia nei Lea (Livelli essenziali di assistenza) da cui è fin qui stata esclusa perché non ancora riconosciuta come patologia cronica; per assegnare un codice identificativo di patologia, così da censire a livello nazionale i pazienti che ne sono affetti; per giungere all’esenzione di determinate prestazioni di classe A. La senatrice Pd, Paola Boldrini, domenica, a Milano, al congresso nazionale Aif (Associazione italiana sindrome fibromialgica) ha garantito il suo impegno, cominciato nella precedente legislatura come membro della Commissione Affari Sociali e Sanità, a spendersi in prima persona col prossimo Ministro della Salute. «Ho coscienza che per chi ne soffre si tratta di un riconoscimento anche morale», le sue parole di fronte a una sala gremita composta da persone provenienti da tutta Italia. Boldrini ha ripercorso l’iter fin qui compiuto negli ultimi due anni e  ha confermato  che il dossier contenente un PDTA (percorso diagnostico terapeutico di assistenza) consegnato lo scorso agosto alla Commissione di aggiornamento dei Lea è oggi all’attenzione dell’Istituto Superiore di Sanità.  «Siamo a buon punto – la chiosa – anche se l’iter non sarà breve».

Ferrara, 26 aprile, Sala Estense: “Mamma a carico”

Ferrara, 26 aprile, Sala Estense

Una serata piena di emozioni alla Sala Estense durante il monologo “Mamma a carico” interpretato dalla bravissima attrice e scrittrice Gianna Coletti. Un evento organizzato da Confartigianato Ferrara e Agire Sociale col patrocinio di Qn- Il Resto del Carlino e il Comune di Ferrara.
Gianna è riuscita a trasformare la sua personale esperienza in una pièce teatrale, arricchendola di aneddoti della madre, “una giovane ribelle” di 90 anni, e a consegnare al pubblico presente un tema importante e drammatico come quello dei caregiver.
La cura e l’assistenza continua di un familiare, spesso a carico soprattutto delle donne, devono essere punti centrali di una politica attenta al sociale.
La mia presenza vale come impegno a portare avanti questo tema nei miei programmi politici.

7 camminata della Mimosa per la salute

Questa mattina a Porotto, nonostante la pioggia, si è svolta la 7 camminata della Mimosa per la salute.
Una bella iniziativa riuscita grazie al lavoro di tutti i volontari e gli organizzatori della camminata.
Come al solito le associazioni, gli sponsor e la comunità di Porotto rispondono sempre di fronte alle buone cause!
Il ricavato andrà alla LILT ( Lega Italiana lotta contro i tumori).

Convegno “Medicina di genere:parliamone”

Per stemperare un po’ le tensioni del clima politico, oggi pomeriggio, nella splendida Biblioteca Nazionale di Napoli,
ho partecipato al Convegno
“Medicina di genere:parliamone” dove ho spiegato l’art.3 – Applicazione e diffusione della medicina di genere nel servizio sanitario nazionale – ora legge 3 dell’11/1/2018 (entrata in vigore il 15/2/2018).
E’ grande la soddisfazione che si prova a raccontare l’iter che ha portato all’approvazione della legge sulla medicina di genere, che ora è legge dello stato.
Ecco cosa si può ottenere facendo politica con determinazione e passione!

PD, Incontro sulla Sicurezza a Ferrara

Per ogni euro speso in sicurezza, un euro speso in cultura.
Finalmente buona politica, concreta, non travisata ma raccontata direttamente ai tantissimi presenti.
Questa mattina con i Ministri Marco Minniti e Dario Franceschini incontro sulla sicurezza attraverso la cultura.
Sulla sicurezza noi PD abbiamo concretamente fatto, abbiamo sbloccato i turn over per le Forze dell’Ordine e riordinato le carriere che i governi precedenti avevano bloccato; sull’immigrazione abbiamo creato i corridoi umanitari, a Ferrara sottoscriveremo il patto per la sicurezza.
Sulla sicurezza si fanno troppe strumentalizzazioni, in nome del consenso si cerca di alimentare la paura per tenere tutti bloccati o facendo ‘promesse’, giocando facile, ma è con i fatti che si risolvono i problemi, che si affrontano i fenomeni.
Noi alle promesse preferiamo i programmi, cosa ben diversa, perché i programmi implicano visione della società e progettualità.

“Giorno del ricordo”, incontro al Circolo Culturale Amici della Musica

Oggi al Circolo Culturale Amici della Musica ”Girolamo Frescobaldi” insieme al Presidente del Comitato Provinciale dell’Ass.ne Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Flavio Rabar, con letture e filmati a cura di Athos Tromboni, abbiamo ricordato le Foibe, per onorare e trasmettere la memoria delle vittime di questa pagina oscura della nostra storia recente che aveva relegato in secondo piano il fenomeno delle Foibe. Grazie alla presa di posizione del Parlamento, che ha approvato una proposta di legge, ora legge 92 del 30 marzo 2004, abbiamo recuperato la memoria con il “Giorno del ricordo” che cade ogni anno il 10 febbraio.
Aldous Leonard Huxley ha scritto che “i fatti non cessano di esistere perché vengono ignorati”
Ora le Foibe, esistite, non sono più ignorate.

La Medicina di genere e il progetto Unife domani a Bruxelles

Ferrara, 27 giugno.

La Medicina di genere e il progetto Unife domani  a Bruxelles    

La Medicina di genere, della cui proposta di legge è prima firmataria la deputata Pd, Paola Boldrini, membro della Commissione Affari Sociali e Sanità, e il progetto pilota ‘Genere orientato’ per le Università italiane – che ha visto l’immediato coinvolgimento dell’Ateneo ferrarese e de La Sapienza di Roma – sono approdate oggi a Bruxelles. L’europarlamentare Elena Gentile (Gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti Democratici), ha infatti organizzato una conferenza sulle prassi italiane e tedesche  in cui è stato esposto il modello italiano – a relazionare la stessa Boldrini – , la cui legge è in discussione in questi giorni in Parlamento sotto forma di emendamento al DDL Lorenzin.  «Emendamento che  – sintetizza Boldrini – prevede un orientamento attento alle differenze di sesso e di genere nella ricerca, nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura, con formazione e aggiornamento del personale medico e sanitario». Con Boldrini, in rappresentanza di Unife, erano Tiziana Bellini (Pro rettrice alla Didattica per l’Area Biomedica), Roberto Manfredini (Direttore Dipartimento Scienze Mediche), Michele Rubbini (Docente Dipartimento Scienze Biomediche), Fulvia Signani (Psicologa Ausl e Docente Unife). Soddisfatta Boldrini, che ricorda come in accordo con la Conferenza nazionale permanente dei presidi di corso di laurea in Medicina e Chirurgia riunitasi lo scorso autunno, si sia decisa la partenza per l’orientamento al genere nell’anno accademico 2017-2018 (non sotto forma di cattedra, ma di contenuti in almeno un insegnamento). Una cinquantina gli Atenei aderenti. «Questo significa – il commento – che abbiamo intercettato un bisogno, in termini scientifici e culturali, che si tradurrà in una formazione per i futuri professionisti, senza necessità di colmare successive lacune». Con l’esposizione a Bruxelles, Gentile mira a realizzare un documento da proporre al Parlamento e alla Commissione Europea come per l’elaborazione di progetti europei per diffondere un approccio di genere nelle politiche per la salute degli Stati membri. «Per noi – la chiosa di Boldrini – motivo di grande orgoglio».

Intervista a Giorgio Zanin. Ferrara 15 giugno.

16 giugno 2017. Una importante occasione per riflettere sul significato di ‘eletto’ ed ‘elettore’. La presentazione de Servizio in Camera (Sonzogno), del collega Giorgio Zanin, giovedì, a Ibs + I libraccio, con un pubblico qualificato e interessato, ha permesso di raccontare come viviamo noi parlamentari, tra viaggi in treno, commissioni, votazioni aula. Tra necessità di rappresentare il proprio territorio e dovere, sempre, di lavorare nell’interesse del Paese. IL collega Zanin ha sfatato i luoghi comuni contro cui combattiamo ogni giorno, in primis che siamo dei privilegiati. Ha spiegato come funziona il Parlamento nei sui due rami, concentrandosi su aspetti che si danno per scontati. Il libro, concepito con domande formulate da un ipotetico giovane al parlamentare Zanin, ha un grande valore educativo. Perché con un linguaggio semplice mira a spiegare ai ragazzi il bello di questo mestiere, senza trascurare che noi, come tutti, viviamo illusioni e disillusioni, vittorie e sconfitte e al pari di tutti proviamo, talvolta, smarrimento. Tanti i temi affrontati: dall’importanza della formazione civica alla comunicazione/informazione obiettiva. Un testo di cui sottoscrivo ogni parola. Sono orgogliosa che Giorgio abbia accettato il mio invito di presentarlo a Ferrara.

Ecco alcune immagini dell’evento:

Assemblea Associazione Lotta alla Talassemia di Ferrara

Oggi, alle ore 14.30, presso l’Aula n.7 dell’Ospedale S.Anna di Ferrara, si è tenuta l’Assemblea annuale dell’Associazione Lotta alla Talassemia di Ferrara.

All’incontro era presente anche l’On. Boldrini che ha commentato così: “Oggi ho partecipato all’interessante assemblea a Cona organizzata dall’Associazione ALT “Rino Vullo” (Associazione Lotta alla Talassemia) di Ferrara. La ricerca, soprattutto per i farmaci contro l’epatite C, ha fatto passi enormi per ridare speranza e aspettativa di vita migliore anche per i pazienti talassemici”.

Ecco alcune foto:

 

 

(Fonte: http://www.altferrara.it/joomla3/eventi-medici-scientifici/23-eventi-medici-scientifici/realizzati/121-16-dicembre-2016-assemblea-annuale-alt-ferrara )

Allegati
Programma completo

Corso di Formazione di Medicina di Genere

Si è svolto, dal 9 all’11 dicembre, presso il Centro Studi Cisl della Fondazione Ezio Tarantelli di Firenze, il primo Corso di Formazione di Medicina di Genere, organizzato dalla Federazione Cisl Medici.

Il corso è stato patrocinato dal Ministero della Salute e dalla FNOMCeO e si pone l’obiettivo di trasmettere l’implementazione delle conoscenze sulla Medicina di Genere.

L’incontro si è concluso con l’intervento dell’On. Paola Boldrini, sulla presentazione della proposta di legge riguardante la medicina di genere.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Alcune immagini:

L'immagine può contenere: 4 persone, persone sedute, tabella e spazio al chiuso

Allegati
> Dettagli corso