Presentazione del T.U. Sicurezza sul lavoro

Alla presentazione dell’ottava edizione “Il T.U. Sicurezza sul lavoro commentato con la giurisprudenza” di Raffaele Guariniello.

Nella sua introduzione il Dott. Guariniello ha esplicitato il compito della Commissione d’inchiesta sull’uranio impoverito che è quello di elevare la cultura della sicurezza nel mondo Militare.

Ecco alcune immagini:

 

Alloggi della Difesa, interrogazione al Ministro

L’On. Boldrini, assieme ad altri 15 parlamentari del PD, + co-firmataria dell’interrogazione al Ministro della Difesa, sen. Roberta Pinotti, per porre all’attenzione l’annoso problema degli alloggi della difesa.

Ecco, di seguito, il testo dell’interrogazione:

Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-13785 presentato da LACQUANITI Luigi testo di Mercoledì 13 luglio 2016, seduta n. 653

LACQUANITI, DI SALVO, MARCHI, CARRA, GIUDITTA PINI, PAOLA BOLDRINI, SBERNA, FEDI, CARROZZA, ZANIN, LAVAGNO, COMINELLI, FUSILLI, PAOLO ROSSI, COVA e RIBAUDO

— Al Ministro della difesa.
— Per sapere
– premesso che:

il piano annuale di gestione del patrimonio abitativo in dotazione al Ministero della difesa per gli anni 2012-2013, stabilito con decreto del Ministro della difesa del 7 maggio 2014, e il piano annuale di gestione del patrimonio abitativo in dotazione al Ministero della difesa per l’anno 2014, stabilito con decreto del Ministro della difesa del 24 luglio 2015, prevedono (articolo 2, comma 1) categorie protette «meritevoli di tutela» quali «gli utenti il cui nucleo familiare convivente comprenda un portatore di handicap, accertato (…) ovvero i coniugi superstiti, o altro familiare convivente, del personale dipendente deceduto in servizio e per causa di servizio»; a tali categorie dietro istanza si applica, articolo 2, comma 2, del decreto del 7 maggio 2014, il canone «più favorevole all’utente», fatti salvi gli adeguamenti annuali effettuati sulla base degli indici ISTAT; «Possono, inoltre, mantenere la conduzione i coniugi superstiti non legalmente separati né divorziati, nonché i coniugi di personale militare e civile della Difesa titolare di concessione di alloggi di servizio che siano divorziati, ovvero legalmente separati e, per un periodo inderogabile di cinque anni i figli e nipoti di personale militare e civile della Difesa concessionario originario di alloggi di servizio» (articolo 4, commi 2 e 3, del decreto 7 maggio 2014); il Comando forze di difesa interregionale nord di Padova, e il Comando capitale, dal mese di aprile 2016, hanno posto in essere iniziative, a giudizio degli interroganti, ingiustificatamente lesive nei confronti delle predette categorie protette, «meritevoli di tutela»; tali iniziative, sottraggono i benefici già riconosciuti dallo stesso comando a seguito dell’istanza prodotta dai conduttori sulla base degli allegati C e D del decreto ministeriale come se fossero venute meno le condizioni meritevoli di tutela; tra le famiglie colpite da tali iniziative, rientrerebbero perfino i portatori di grave handicap di cui alla legge n. 104 articolo 3, comma 3; gli stessi conduttori, contemporaneamente alla cancellazione «delle condizioni eccezionali di deroga» previste dal decreto del 7 maggio 2014, si sono visti applicare i canoni di mercato di cui al decreto del 16 marzo 2011 (con obbligo di rilascio); il Comando forze di difesa interregionale nord ha una competenza per la gestione degli alloggi di servizio su Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige e Emilia Romagna; il Comando capitale su Roma e tutto il Lazio, e le lettere inviate ammontano a diverse centinaia; contemporaneamente sono state inviate anche numerose lettere di recupero coatto senza presumibilmente tenere conto «di contemperare tali azioni con la capacità tecnico/amministrativa di procedere al ripristino/utilizzo degli alloggi liberati per una nuova utenza con titolo», secondo quanto disposto dallo Stato Maggiore della Difesa per evitare un danno economico alla stessa amministrazione della difesa; tali azioni appaiono agli interroganti ingiustificate e lesive dei diritti riconosciuti delle «categorie protette» prima menzionate, quali vedove, portatori di handicap, figli, nipoti, conviventi, di personale militare e civile del Ministero della difesa concessionario originario di alloggi di servizio –: se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti esposti, e quali iniziative siano state assunte al fine di ottenere la revoca dei provvedimenti intrapresi dal Comando capitale e dal Comando forze di difesa interregionale nord di Padova. (4-13785)

Allegati
Casadiritto.it
> Atto Camera | Camera.it

Disposizioni concernenti la sicurezza sul lavoro e la tutela previdenziale nelle Forze Armate

“Disposizioni concernenti la sicurezza sul lavoro e la tutela previdenziale nelle Forze Armate”

Proseguono i lavori concernenti la proposta di legge a tutela della salute, discussa in Commissione Uranio Impoverito. Il Presidente Gian Piero Scanu ha presentato la proposta di legge formulata dalla commissione d’inchiesta – della quale fa parte la stessa Onorevole Paola Boldrini – e sottoscritta da centosessanta deputati appartenenti a vari gruppi.

La proposta prevede che sia l’Inail, quale organo terzo e autonomo, a valutare i rischi cui sono sottoposti i soldati, nonché la tutela previdenziale contro gli infortuni sul lavoro e le malattie delle Forze armate. Grazie a questa proposta, d’ora in avanti i militari potranno accedere a un sistema universalistico in tema di sicurezza sul lavoro, riconoscimento delle malattie professionali, indennizzi e assistenza sanitaria durante tutte le fasi della malattia, correlata all’attività lavorativa.

A oggi, sono oltre duemila i militari che hanno richiesto risarcimenti per patologie correlate a uranio impoverito, amianto, radon e multifattorialità, un terzo dei quali ha ricevuto risposta positiva, mentre gli altri sono in attesa di un verdetto o si sono visti negare il risarcimento.

La priorità della legge è mettere in sicurezza tutti, civili e militari, per questo tra gli obiettivi principali è previsto anche quello di mettere in sicurezza i luoghi di lavoro delle forze armate, assicurando migliori condizioni di vita e di salute anche alle popolazioni civili che vivono nelle vicinanze delle servitù militari.

Rassegna Stampa:

LA STAMPA

http://www.lastampa.it/2016/07/12/italia/cronache/difesa-un-ddl-per-fermare-le-morti-da-uranio-e-il-contenzioso-infinito-jI57evvY1qrVudJ9iDkguO/pagina.html

REPUBBLICA

http://www.repubblica.it/politica/2016/07/12/news/proposta_di_legge_commissione_parlamentare_d_inchiesta_uranio_impoverito_presidente_scanu-143871379/

IL FATTO QUOTIDIANO

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/12/uranio-impoverito-nuove-norme-per-le-cause-di-servizio-via-i-comitati-di-verifica-militari-decidera-linail/2899598/

SARDINIA POST

http://www.sardiniapost.it/cronaca/scanu-sia-linail-valutare-le-cause-servizio-dei-militari/

ANSA

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/2016/07/12/uranio-da-commissione-ddl-per-controlli_0c233157-a4c4-4f11-b6c5-6f6f8ce9d47f.html

METRO

http://www.metronews.it/16/07/13/uranio-una-legge-tuteler%C3%A0-i-militari.html

DIRE

http://www.dire.it/12-07-2016/64635-uranio-scanu-tutto-il-pd-firmera-la-proposta-della-commissione-sono-sicuro/

BLITZ

http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/uranio-impoverito-inail-competente-su-malattie-militari-2508350/

GR1 ore 8 Dal minuto 20′ e 20”

http://www.rai.it/dl/grr/edizioni/ContentItem-9460d9d9-c9c8-4321-92e0-5c2515156642.html

Il servizio del TgR Sardegna (edizione ore 19:30)

http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-c9be07a1-4453-4cfd-b296-30d47339bd1a-archivio.html#

L’intervista a Radio Radicale

https://www.radioradicale.it/scheda/481041/intervista-a-gian-piero-scanu-sulla-proposta-di-legge-per-la-tutela-della-salute-dei

Il servizio di Videolina

http://www.videolina.it/video/servizi/101202/uranio-e-poligoni-una-legge-per-la-salute-chiudere-teulada-e-capo-frasca.html

Sostegno ai lavoratori e alle lavoratrici di Agile, ex-Eutelia

Grazie all’invito di Marco Coghi, ex dipendente Agile ex Eutelia di Ferrara, sono andata con i colleghi Antonio Boccuzzi e Marco Miccoli a dare sostegno ai lavoratori e alle lavoratrici di Agile ex Eutelia che sono tornati nuovamente in piazza a manifestare per richiedere la riattivazione del tavolo di crisi e valutare, insieme alle Istituzioni, possibili soluzioni per le lavoratrici e i lavoratori che ad oggi sono ancora senza prospettive. Li abbiamo poi incontrati alla Camera dei Deputati insieme al Presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano“.

L’On. Boldrini, assieme ad altri colleghi, ha incontrato i lavoratori di Agile, ex-Eutelia, per dare loro sostegno e in particolare risposte concrete alle diverse problematiche.

Ecco alcune immagini:

13233129_10204671955317544_549494151566778009_n 13266034_10204671955637552_6101037827690166472_n

Incontro su lavoro e politiche del welfare

Ieri, 12 novembre, si è tenuto, presso la Sala Berlinguer (Camera dei Deputati), l’incontro su lavoro e politiche del welfare, organizzato dal Dipartimento Welfare del Pd.
Erano presenti anche il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il Ministro per il Lavoro e le Politiche Sociali, Giuliano Poletti, gli Amministratori Locali, i Rappresentanti del mondo dell’Associazionismo, i Sindacati ed i Dirigenti locali del Pd.

Ecco alcune immagini:

12239723_10203738876831165_7740994746122659054_n 12241308_10203738877191174_7346668673953034848_n

Convegno: 15 anni di legge 328 idee per il futuro per un sistema integrato dei servizi sociali

Al convegno ’15 anni di legge 328 idee per il futuro per un sistema integrato dei servizi sociali’ ascoltando Livia Turco che racconta l’iter che ha portato all’approvazione della legge grazie soprattutto alla sua determinazione“.

In occasione del 15esimo anno dell’entrata in vigore della Legge 328, si è svolto ieri, 10 novembre, a Roma, il Convegno dal titolo: “15 anni di legge 328, idee per il futuro. Per un sistema integrato dei servizi sociali ”, come continuazione del precedente incontro sui modelli di gestione associata dei servizi sociali, tenutosi lo scorso 14 settembre.

main_826_Schermata 2015-11-11 alle 084938png

Ecco alcune immagini:

12193696_10203730821829795_1799267453631097469_n 12196187_10203730821669791_4647538966860177136_n 12196217_10203730822109802_1632438014116758502_n

Jobs Act, approvazione ultimi decreti attuativi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato gli ultimi decreti attuativi della riforma del mercato del lavoro, in materia di semplificazioni, politiche attive del lavoro, ammortizzatori sociali e ispezioni. Per saperne di più cliccare qui.

Ecco alcune delle principali novità introdotte:
ammortizzatori sociali: estesi a 1,4 mln di lavoratori;
> dimissioni in bianco: è previsto un apposito modulo, datato e numerato;
> ispezioni: istituito l’Ispettorato Unico;
> controlli a distanza: sarà possibile installare un impianto di sorveglianza fisso, previo accordo sindacale.

job act2

Allegati
Il provvedimento in pillole
Cdm n.79 | Governo.it
Conferenza stampa | Cdm n.79

Pensioni, al via i rimborsi

Approvato alla Camera il decreto legge che riguarda disposizioni urgenti  in materia di pensioni e ammortizzatori sociali, nonché una revisione della disciplina in merito all’erogazione anticipata del trattamento di fine rapporto (TFR) prevista dalla legge di stabilità per il 2015. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato. Per saperne di più cliccare qui.

pensioni

Allegati
Dossier
Testo del disegno di legge