Fibromialgia, vicini all’approvazione della legge

Nella ricorrenza della Giornata Mondiale della Fibromialgia, lo scorso 12 maggio, Boldrini ho fatto il punto sulla «lunga strada» ma anche «sui passi compiuti» negli ultimi 3 anni grazie alla collaborazione con le realtà associative nazionali che se ne occupano (CFU e Aisf), riguardo il disegno di legge sulla fibromialgia,  patologia che colpisce in Italia oltre 2 milioni di persone, prevalentemente donne, la cui qualità della vita è ridotta per i forti dolori agli arti causati dall’irrigidimento dei muscoli.

La Commissione ha adottato il disegno di legge da Boldrini presentato ad inizio legislatura per il riconoscimento della malattia e per le disposizioni su cura, esenzioni e tutela sul lavoro per i soggetti affetti, «il che significa che non si parte da zero». Buona parte degli emendamenti presentati sono ricevibili e proprio dal 27 maggio la discussione sarà riaperta in Commissione per poi passare definitivamente al Senato e alla Camera. A quel punto la speranza è che da parte di tutti i parlamentari ci sia la dovuta sensibilità e attenzione e si proceda con la votazione all’unanimità della legge. 

http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/49450.htm

Cispadana: Il Governo si assuma la responsabilità della convenzione

Sulla questione Cispadana, che continua a vedere la contrapposizione di Regione e pentastellati, sono intervenuta sui media, nel rivendicare la necessità dell’infrastruttura, ricordando che già a luglio 2018  avevo depositato una interpellanza – rimasta senza risposta – al Ministro pentastellato Danilo Toninelli. Ho ribadito che a chiedere l’opera sono gli imprenditori e le associazioni di categoria, che la reputano indispensabile per lo sviluppo del territorio. Ai 5 Stelle, che in risposta alla volontà della Regione di iniziare i lavori nel 2020 – grazie ad un potenziamento delle risorse – perseverano nella volontà di trasformare il progetto autostradale in percorso a scorrimento veloce», non posso che imputare la costante volontà di fare passi indietro su progetti importanti. Di qui la sollecitazione al Governo ad assumersi la responsabilità di sottoscrivere il rinnovo della convenzione con Autostrada del Brennero. 

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=18&id=1070157