Boldrini su risorse piano antiviolenza

«Grande soddisfazione e l’auspicio che il prossimo Governo mantenga lo stesso livello di attenzione e sensibilità».
Così la senatrice Pd, Paola Boldrini, commenta la decisione presa in sede di Conferenza Stato – Regioni di attribuire a queste ultime  20 milioni di euro per i centri antiviolenza e le case rifugio.  «E’ un passo di straordinaria importanza in un tempo in cui la cronaca ci consegna quotidianamente storie di femminicidi, che paiono non diminuire, ma aumentare.  Anche a Ferrara, come conferma la crescita di richiesta protezione da parte di vittime di violenza denunciato dal Centro Donne Giustizia. Investire su questo fronte è un atto di educazione, cultura, civiltà. Perché il fenomeno non riguarda solo chi lo subisce, o chi assiste, troppo spesso i figli, ma chiama in causa tutti». In proposito Boldrini esprime un plauso all’impegno ferrarese sul tema ad Udi, Centro Donne Giustizia, forze dell’ordine, istituzioni, che lavorano in sinergia con le scuole. «La nostra realtà è sempre in prima linea, come testimoniano le numerose iniziative messe in campo tutto l’anno. Bisogna investire in cultura, formazione, partendo dai giovani». Boldrini confida nel mantenimento, in futuro, delle risorse. «In giorni in cui si parifica il diritto all’aborto, nei 40 anni dall’entrata in vigore della legge,  alla prima forma di femminicidio, come esplicita la campagna CitizenGo, non possiamo abbassare la guardia. E questo provvedimento assume, se possibile, ancora più valore. I centri antiviolenza devono essere messi nelle condizione di funzionare bene. E di progettare percorsi».

Ponte sul Po, la chiusura sarà solo per quattro mesi

Accordo raggiunto tra Anas e Ati aggiudicatrice dell’appalto. Si lavorerà anche di notte a partire dal 21 maggio

I lavori del ponte sul Po dureranno solo quattro mesi. Lo assicura l’Anas, che ieri ha incontrato i responsabili dell’Ati (Associazione temporanea d’impresa) aggiudicataria dei lavori concordando un “programma ridotto che prevede, a fronte dei 224 giorni contrattualmente previsti, un periodo di chiusura del ponte di solo quattro mesi”.

Tutto questo per “ridurre al minimo i disagi all’utenza e considerata la necessità di procedere alla demolizione e rifacimento totale della soletta del ponte sul fiume Po”. Il relativo contratto con l’Ati, a queste condizioni, verrà sottoscritto prossimo il 16 aprile e successivamente si potrà procedere alla consegna dei lavori per consentire all’appaltatore di predisporre le aree di cantiere e svolgere tutte le attività propedeutiche all’avvio delle lavorazioni. Il programma dei lavori, come specificato da Anas, “potrà essere avviato subito dopo il passaggio della 13^ tappa del Giro d’Italia, quindi presumibilmente a partire dal 21 maggio”, con Anas che si farà carico dei maggiori oneri per compensare il lavoro notturno.

Si lavorerà dunque anche di notte per ridurre i tempi al minimo.

 

Per quanto riguarda il ponte sul fiume Reno, per il quale è prevista la sola demolizione e rifacimento “parziale” della soletta del ponte, Anas prevede la chiusura al transito dell’opera ai veicoli pesanti e l’istituzione di un senso unico alternato, regolato da semaforo, per i veicoli leggeri per un periodo di 4 mesi a partire dal 4 giugno.

Anas informa che “gli interventi previsti saranno condotti in ottica di collaborazione con gli enti territoriali e le Regioni interessate dalle limitazioni, con cui sono già in corso interlocuzioni per condividere le modalità operative dei lavori al fine di arrecare il minor disagio possibile alla circolazione”.

Le rassicurazioni dell’Anas sono arrivate anche sul tavolo del Ministro Delrio, al quale la parlamentare ferrarese Paola Boldrini aveva presentato un’interrogazione ponendo una domanda proprio sui tempi dei lavori , oltre a una seconda domanda, quella cioé di sondare la disponibilità di Autostrade a rendere gratuito il pedaggio tra Occhiobello e Ferrara.

Per il primo quesito, di competenza Anas, la società infatti riferito di aver elaborato una nuova ipotesi di crono programma, basata su più turni di lavoro, che avrebbe potuto consentire la riapertura al traffico della SS16 tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena con termini inferiori rispetto a quelli previsti dal contratto, salvo ulteriori approfondimenti con l’impresa appaltatrice, con la quale è stato infatti raggiunto l’accordo.

Anche il Pd Ferrara, con i circoli Pd della zona nord, si è attivato ormai da mesi, assieme all’Amministrazione comunale, presso Regione, Prefettura, Ministero dei Trasporti per mettere in campo nei confronti di Anas, azioni e interventi che limitino i disagi derivanti dai lavori sul ponte del Po tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena. Le richieste sono ormai note: dal monitoraggio dei lavori per garantire il minor disagio ai cittadini alla gratuità del pedaggio autostradale, dai tempi certi della durata del cantiere alla salvaguardia del transito ciclopedonale, fino all’aumento delle fermate dei treni alle stazioni di Pontelagoscuro e Occhiobello. “Questo – spiegano dal Pd – è quanto portiamo in tutti i tavoli istituzionali e non, ovvero quanto la nostra comunità ci ha chiesto di monitorare per raggiungere questi obiettivi, in vista anche di un’assemblea pubblica in cui comunicare a tutti i cittadini gli esiti dei prossimi incontri”.

Intanto anche il sindaco di Occhiobello, Davide Chiarioni, si è mosso per affrontare il problema e incontrerà giovedì 12 aprile, assieme all’assessore ai lavori pubblici Davide Valentini e gli altri enti, la società Autostrade per affrontare la gratuità del pedaggio nel tratto Occhiobello–Ferrara nord. Il tavolo è previsto a Bologna. “Ho esteso l’invito a partecipare agli assessori veneti Elisa De Berti e Cristiano Corazzari – anticipa il sindaco – perché possa essere unica la sede in cui avviare il confronto sulla questione più ostica, la spesa a carico dei nostri cittadini”. La settimana scorsa, il sindaco e gli assessori regionali De Berti (infrastrutture) e Corazzari (territorio) hanno stretto un fronte comune per una richiesta forte, anche rivolta al ministero delle Infrastrutture, affinché il pedaggio autostradale non sia a pagamento qualora la chiusura del ponte sia totale. Le altre ipotesi che le istituzioni hanno concordemente avanzato sono il mantenimento del passaggio ciclopedonale, fermate dei treni regionali veloci a Santa Maria Maddalena e senso unico alternato per le auto.

Fonte: Estense.com

Ponte sul Po chiuso per lavori, Anas possibilista su tempi più corti

Cantiere sul ponte sul Po: ci sono delle novità da parte di Anas, che non esclude di finire i lavori, e quindi riaprire il ponte, prima dei 4 mesi previsti per la conclusione dei lavori.

La chiusura per lavori del ponte sul Po tra Pontelagoscuro e Occhiobello, previsto dalla seconda metà di maggio e per l’estate, continua a essere al centro dell’attenzione di tanti soggetti.

Economici e politici: e proprio dalla politica è arrivata una novità. Una prima parziale risposta scritta all’interrogazione dello scorso 23 marzo da parte della senatrice ferrarese del Pd, Paola Boldrini, al Ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, è giunta lunedì dall’Anas.

Due le richieste che la senatrice aveva avanzato: la prima, avere certezza dei tempi di realizzazione dei lavori di ristrutturazione del cavalcavia tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena. Anas, premesso che “il contratto di appalto è della durata di 270 giorni”, assicura che per “contenere i tempi necessari per l’esecuzione degli interventi” avrebbe “elaborato una nuova ipotesi di crono programma”, e quindi nuove tempistiche.

ponte-po-pontelagoscuroBasati su più turni di lavoro, il nuovo crono programma potrebbe consentire la riapertura al traffico della S.S. 16 tra Pontelagoscuro e Santa Maria Maddalena prima dei termini previsti dal contratto, vale a dire entro 4 mesi dalla consegna dei lavori. Una proposta – prosegue la nota – condivisa con gli Enti territoriali, che necessita, tuttavia, di ulteriori approfondimenti con l’impresa appaltatrice.

La seconda richiesta della senatrice Boldrini era sondare la disponibilità di Autostrade di rendere gratuito il pedaggio tra Occhiobello e Ferrara. E finora però, alle richieste arrivate dal territorio, la risposta da parte della società Autostrade è stata negativa

Il PD di Ferrara, intanto, con i circoli PD della zona nord, si sarebbe attivato ormai da mesi, assieme all’amministrazione comunale, in Regione, in Prefettura e al Ministero dei Trasporti per mettere in campo nei confronti di ANAS, azioni e interventi che limitino i disagi derivanti dai lavori sul ponte del Po. Come il monitoraggio dei lavori, pedaggio autostradale gratuito, salvaguardia del transito ciclopedonale, permanenza del servizio di trasporto pubblico locale, senza costi aggiuntivi per i passeggeri, e l’aumento delle fermate dei treni alle stazioni di Pontelagoscuro e Occhiobello.

 Fonte: telestense.it

convegno “Ottimizzazione del sistema idroviario ferrarese. Le vie d’acqua al servizio del turismo, degli sport e dell’ambiente”.

Il recupero funzionale delle vie d’acqua nella provincia di Ferrara rappresenta una grande opportunità per l’economia del territorio e per la sicurezza idraulica dell’intera area, che per gran parte della propria estensione è sotto il livello del mare.
Di questo argomento attualissimo, che riguarda molto da vicino anche il futuro della pesca nel Ferrarese, si è parlato, in Fiera, oggi, sabato 17 dicembre, in occasione del convegno “Ottimizzazione del sistema idroviario ferrarese. Le vie d’acqua al servizio del turismo, degli sport e dell’ambiente”.

L’idrovia ferrarese e il futuro della pesca: se ne parla in Fiera sabato 17!

Ecco alcune foto:

L'immagine può contenere: 5 persone L'immagine può contenere: 5 persone, persone sedute

Nasce il sistema delle ciclovie turistiche nazionali

Fatti concreti per realizzare il sistema delle ciclovie nazionali. Firmato con le regioni interessate i protocolli della ciclovia VENTO, Ciclovia del SOLE e Ciclovia dell’ACQUEdotto pugliese. Ci siamo!!! #ventonuovo

Queste le parole dell’On. Boldrini in occasione della presentazione del Sistema Nazionale delle Ciclovie turistiche.

Ciclovie

Ecco un’infografica descrittiva del progetto:

1 2 3 4

Allegati
> Nasce il sistema delle ciclovie turistiche nazionali | MIT.gov.it
Scheda tecnica

Presentazione del film “La Notte Non Fa Più Paura”

La notte non fa più paura” è il titolo del primo film che vede come protagonista il tragico terremoto avvenuto nel 2012 in Emilia Romagna. Il film verrà presentato oggi, lunedì 18 luglio alle 17.30 alla Camera dei Deputati, nella Sala del Refettorio, via del Seminario, 76, da Palma Costi e Paola Gazzolo, assessore rispettivamente alle attività produttive e alla difesa del suolo dell’Emilia Romagna, da Vasco Errani e da Franco Gabrielli. Seguirà la proiezione dell’opera. L’iniziativa è stata organizzata dai parlamentari PD dell’Emilia Romagna.

Ecco alcune immagini:

 

A tu per tu con l’On. Paola Boldrini

Ieri sera a Porotto, presso il Circolo PD Porotto-Mizzana, l’On. Paola Boldrini ha presentato le attività politiche svolte in Parlamento, dall’atto della sua nomina avvenuta nel gennaio 2015.
In forma chiara e diretta, l’On. ha delineato l’iter normativo di una proposta di legge nelle istituzioni camerali e i necessari passaggi intermedi per ogni modifica e integrazione.
In aggiunta, ha enumerato i diversi incarichi svolti nelle commissioni parlamentari e tutte le articolazioni di cui si compone l’attività di deputato.
Si è soffermata principalmente sulle proposte di legge di cui è firmataria, prima fra tutte quella sulla medicina di genere.
Ha interloquito infine con gli intervenuti, rispondendo alle domande e ponendo grande attenzione alle questioni e problematiche da essi sollevate.

paola

Ecco alcune immagini:

 

 

fotodaaggiungere

24^ ed. Sagra del pesce di Gorino

E anche quest’anno non ci é scappata la 24 edizione della Sagra del pesce di Gorino. Direi che da quando é iniziata questa sagra non ne ho persa una!!!
Inoltre questo grazioso paese situato alla estrema foce del Po nel parco del Delta é diventato, grazie ad una serie di interventi sul porto, un punto di riferimento per il turismo nautico e camperistico!“.
Questo il commento dell’On. Boldrini in occasione della Sagra del pesce che si è svolta da Sabato 14 Maggio a Domenica 19 Giugno 2016 – dalle ore 19:00
a Gorino – Goro (FE).

Ecco alcune immagini:

 Sagra Del Pesce - Goro

Allegati
Eventi sagre

Porotto, 15esimo Memorial dedicato a Lucio Mongardi

Al 15esimo Memorial dedicato a Lucio Mongardi organizzato dagli Amici di Lucio guidati da Gigi Pasetti in collaborazione con la Polisportiva Vigaranese X Martiri.
Una bellissima giornata di sport nel 70esimo della Repubblica“, questo il commento dell’On. Boldrini in occasione della rassegna giovanile svoltasi questa mattina a Porotto (FE).

Ecco alcune immagini:

 

Allegati
News | Vigaranse X Martiri

“Il cielo sopra Ferrara. Astrosamantha, la ricerca e la sicurezza”

Il cielo sopra Ferrara. AstroSamantha, la ricerca e la sicurezza

Venerdì 3 giugno l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea Samantha Cristoforetti ha partecipato all’inziativa di Unife dedicata a giovani e studenti, con workshop e conferenze presso gli stand interattivi dei Dipartimenti, delle Scuole di Ateneo e dell’Aeronautica.

I 1.500 intervenuti hanno avuto la possibilità di ascoltare il giovane Capitano dell’Aeronautica Militare raccontare la propria epserienza durante la missione Futura, organizzata dall’Agenzia Spaziale Italiana, e parlare dell’esperimento Drain Brain, ideato e diretto dal prof. Paolo Zamboni, direttore del Centro Malattie Vascolari di Unife e tra i promotori dell’iniziativa ferrarese “Il cielo sopra Ferrara”, insieme al Rettore Giorgio Zauli. Presenti all’incontro anche l’Onorevole Paola Boldrini, il sindaco Tiziano Tagliani, il Comandate del COA di Poggio Renatico Giovanni Fantuzzi, il Direttore di missione Salvatore Pignataro, il prof. Roberto Manfredini.

La Cristoforetti ha raccontato ai molti ragazzi accorsi il lungo percorso che fin da bambina l’ha spinta a desiderare questa avventura, quasi 200 giorni in orbita e la possibilità di godersi ogni giorno sedici albe e altrettanti tramonti.

La collaborazione con il team di Unife guidato dal prof. Zamboni è consistita nel sottoporsi a una serie di esperimenti che potrebbero rivelarsi fondamentali per la telemedicina. Si tratta di studi sull’emodinamica del circolo cerebrale e sulle eventuali complicanze in un ambiente particolare come lo spazio: misurazione con pletismografo di parametri biologici prima non conoscibili e dati trasmessi a distanza grazie a una tecnologia messa a punto proprio a Ferrara.

A colpire, al di là della sua straordinaria esperienza, la grande semplicità e professionalità del Capitano Cristoforetti, capace di coinvolgere il pubblico trasmettendo l’unicità di quanto da lei vissuto pur mantenendo “i piedi per terra”.

Per maggiori dettagli, cliccare qui.

Ecco le immagini:
 image7.JPG

Sisma ER, dopo 4 anni…

20 maggio 2012 – 20 maggio 2016
A quattro anni dal sisma che ci ha colpito, soprattutto nell’anima, non solo ci siamo rialzati ma siamo stati pionieri di un nuovo sistema, unico in Italia, per la ricostruzione post-sisma che ha individuato nel Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani prima e Stefano Bonaccini ora, il Commissario delegato alla ricostruzione. Abbiamo poi istituito una filiera corta che collega i territori, la Regione fino al Parlamento per sostenere le varie richieste necessarie all’iter procedurale per completare la ricostruzione. Facciamo memoria di ciò che é stato fatto e guardiamo a quanto abbiamo ottenuto in soli 4 anni, confrontando cosa non é stato fatto in altre realtà colpite come noi dal sisma ‪#‎farememoriaéfarestoria‬

Questo il commento dell’On. Boldrini in ricordo del tragico evento sismico che ha colpito l’Emilia Romagna nel 2012.

Apertura Tangenziale Ovest a Ferrara

Da oggi finalmente tutta la tangenziale ovest é aperta. Bisogna ringraziare tutte le istituzioni, Comune, Regione, Anas, per il pressing esercitato per finire quest’opera che per vari motivi ogni tanto si fermava.
Il Ministro Del Rio giustamente ha sottolineato nel suo intervento che non sono più accettabili tempi così lunghi e l’entrata in vigore del nuovo codice degli appalti e una più definita programmazione delle opere eviterà lungaggini insopportabili soprattutto per le comunità. Questo é il frutto delle riforme ‪#‎sicambiaversodavvero‬ ‪#‎avanticosi‬“.
Questo il commento dell’On. Boldrini sull’inaugurazione della Tangenziale Ovest a Ferrara.
Presenti il Sindaco, Tiziano Tagliani, il Ministro alle Infrastrutture, Graziano Delrio, il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, il Presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, e il Capo Compartimento Regionale Castiglioni.

Ecco alcune immagini:

1814_10204342486601032_1168949786627136810_n 943887_1059909830696489_5204340082795096619_n 1510928_1059909857363153_5786628291083877630_n