Conferenza stampa Emendamento sulle concessioni demaniali

“Conferenza stampa con i Colleghi del Partito Democratico Arlotti, Fregolent e Misiani per l’annuncio dell’approvazione alla Camera dell’emendamento al decreto Enti locali sulle concessioni demaniali marittime e la proroga, così come presentato dal relatore. Ora il decreto, dopo il voto di domani, arriverà al Senato per l’approvazione definitiva e la conversione entro la pausa estiva (ultima data per la conversione è il 23 agosto).
Entro breve inoltre il Governo approverà il progetto di legge delega sul demanio marittimo in Consiglio dei ministri per incardinarlo in Parlamento. Il sottosegretario Sandro Gozi il 21 avvierà il confronto con l’Unione europea e proseguirà al contempo il confronto con le categorie economiche.
Stiamo andando avanti come preannunciato in tempi velocissimi per una soluzione definitiva che dia al settore balneare le giuste opportunità di innovazione e valorizzazione degli investimenti, rendendo sempre più attrattive le nostre destinazioni turistiche.
L’emendamento rende validi i rapporti già instaurati e pendenti, ovvero le concessioni in atto degli stabilimenti balneari, “nelle more della revisione e del riordino della materia in conformità ai principi di derivazione comunitaria”, per “garantire certezza alle situazioni giuridiche in atto, e assicurare l’interesse pubblico all’ordinata gestione del demanio”. Lo stesso emendamento elimina l’attuale termine del 30 settembre 2016, entro il quale, in base a quanto stabilito dalla legge di Stabilità 2016, sarebbe dovuta arrivare la riforma del comparto dei canoni demaniali marittimi. Il termine temporale viene ad essere la nuova riforma delle spiagge con i decreti attuativi”.
#opencamera 

Ecco alcune immagini:

 

Interpellanza su Lyondell-Basell, in diretta dalla Camera

In Aula, L’On. Boldrini illusta l’interpellanza su caso Lyondell-Basell e il licenziamento di Luca Fiorini‬ (min. 1:04).

Ecco il testo del documento:

“Buongiorno, signor Presidente. Onorevoli colleghi, rappresentante del Governo, per presentare questa nostra interpellanza, devo prima contestualizzare di che cosa stiamo parlando. La Lyondell Basell è un’impresa con oltre 13 mila dipendenti nel settore della chimica, è presente in Italia con stabilimenti a Ferrara, Brindisi e Milano. Nel suo fatturato, di 45,6 miliardi di dollari, è la terza azienda chimica indipendente più grande del mondo e primo produttore mondiale di polipropilene, un materiale simile alla plastica inventato nel 1954 proprio da Giulio Natta, premio Nobel per la chimica, che dà il nome al centro di Ferrara, attualmente il sito più grande al mondo di Lyondell Basell per lo sviluppo e la produzione di catalizzatori Ziegler-Natta. Gli altri centri di ricerca sono a Houston, Cincinnati e Francoforte. Quasi 2 mila, dei 5 mila brevetti della multinazionale, sono nati a Ferrara, dove si produce il 40 per cento delle invenzioni della società, le cui tecnologie produttive sono prese a riferimento in tutto il mondo, grazie al continuo miglioramento tecnologico dell’azienda.
  Nello stabilimento della multinazionale Basell di Ferrara sono occupati, in attività di ricerca e produzione, 800 dipendenti, 45 dei quali impegnati nell’ambito del centro ricerche Natta, una delle anime più importanti della ricerca chimica a livello mondiale, un gioiello dell’industria chimica, come ha affermato il Sole 24 Ore in un articolo pubblicato tempo fa. Nel 2013 il sito produttivo di Ferrara ha già affrontato un’impegnativa ristrutturazione, con la perdita di 105 unità lavorative e il ridimensionamento delle attività, pur riaffermando il valore strategico della sede. A partire dalla primavera 2015 si appresta una nuova trattativa tra l’azienda e le organizzazioni sindacali per il rinnovo del contratto integrativo e per affrontare le garanzie occupazionali per i lavoratori”.

in aula